pemberleypond

I’m a stormy little singer

Un paio di settimane fa, come devote pellegrine, io, le sorelle, la cara Francesca e Paola siamo state a Villafranca per condividere, in uno scenario magico, qualcosa di davvero speciale. Sono giorni che penso al modo migliore di scrivere questo post senza creare l’impressione di essere una povera fangirl assatanata. Ma sapete cosa ho pensato alla fine? Ma chissene frega! La verità è che non è facile trovare cose nella vita che ci rendano totalmente felici e che suscitino in…

Read More

Lettera d’amore per un orto

C’è chi dice che coltivare un orto sia segno di vetustaggine. Che augurarsi che piova quando c’è stato tanto sole sia indice di una giovinezza ormai appassita. La verità è che coltivare un orto è una delle esperienze più emozionanti ed esaltanti che ci siano (esagero?? :D). Lo sa chi si è sentito inumidire gli occhi sfilando dalla terra una bella carota diritta e cicciotta o si è sentito gonfiare il cuore di orgoglio cogliendo il primo pomodoro rosso e…

Read More

Quando il gatto non c’è i topi ballano poco

…che poi il gatto sarebbe Luisa. Suona strano, quasi inquietante, ma ogni tanto io e mia sorella ci dividiamo e facciamo cose separatamente. Capita ma ha solo un’influenza minima sull’inclinazione dell’asse terrestre, quindi non c’è nulla di cui preoccuparsi. Per farla breve Luisa si è concessa una vacanza non pagata (almeno non da me) ed ora se la spassa nell’assolata Sicilia mentre qui io guardo le montagne fuori dalla finestra e le vedo sempre più innevate. Mentre usciva dalla porta…

Read More

Il richiamo irresistibile della carta colorata

La mia memoria è un colabrodo, una vera schifezza. Non trattiene nulla. Eppure non mi sorprendo di ricordarmi perfettamente cosa stesse appeso alle pareti della nostra cameretta di bambine. Il nostro babbo (a cui dobbiamo gran parte di quello che siamo) ci aveva disegnato un Puffo gigante bello azzurro. Aveva però commesso un errore fondamentale e cioè dipinto una fragola vera al posto delle tanto famose pufbacche, un dettaglio che mi ha sempre creato un infantile disagio. Su un’altra parete…

Read More