Autore: Ivan Castro
Copertina flessibile:
175 pagine
Editore: Korero Press
Lingua: Inglese
Prezzo: 25 €
Voto: 8

Il mese scorso bighellonavo su Amazon alla ricerca di qualche bel libro di calligrafia o hand lettering e mi è capitato sotto gli occhi questo “The ABC of custom lettering” di Ivan Castro. Dico la verità, all’inizio sono stata attirata principalmente dal suo gusto vintage, ma poi sono stata colpita dalle pagine in anteprima che il sito mostrava e che sembravano davvero ricche.
E infatti il libro si è rivelato un’ottima scoperta quando finalmente l’ho potuto leggere.

E’ in assoluto il testo più esauriente che mi sia capitato in mano riguardante l’hand lettering: cenni storici su quest’arte, approfondita analisi della calligrafia, dell’ hand lettering e della composizione. Indicazioni e strumenti sia per chi vuole lanciarsi in questo mondo per la prima volta, sia per chi è già un po’ più scafato.

La prima parte (quasi un terzo del libro) riguarda la calligrafia. Una bella e dettagliata carrellata sulla storia della calligrafia e gli stili che l’hanno contraddistinta.
Ivan Castro basa infatti tutto il suo insegnamento sull’apprendimento di questa tecnica; non che uno prima di mettersi a disegnare delle lettere debba per forza essere in grado di realizzare perfettamente una A in carattere gotico o carolingio, ma sapendo che lo strumento per tracciare queste lettere è il pennino piatto (e il modo in cui questo crea spessori maggiori o minori), vien da sè che, quando si dovrà disegnare le stesse lettere, si saprà bilanciarle a dovere.
Il libro propone quindi un uso massiccio del pennino, con esercizi pratici per comprenderne tutti gli aspetti e le costruzioni delle lettere.
Ma se avete già l’ansia da prestazione su questo aspetto, non preoccupatevi, gli stessi esercizi si potranno svolgere con un pennarello a punta piatta 😉
E si passa poi a fornire indicazioni precise sulla scrittura con il pennello in ogni suo aspetto.

ivan castro abc lettering
Una volta assimilate le nozioni base, si passa alla seconda parte: il disegno delle lettere.

“Quando disegnamo, prendiamo decisioni: abbiamo la possibilità di cancellare, correggere inchiostrare, correggere di nuovo e valutare ogni aspetto con calma per ottenere la scritta migliore possibile.”
E questo proprio in constrasto con la calligrafia.

Il libro considera tre aspetti fondamentali che possono variare nella costruzione di una lettera: la forma (struttura) il corpo (il contrasto o meno tra spessori nei tratti) e le rifiniture (legature, finali e grazie). Attraverso l’analisi di queste caratteristiche si possono infatti sviluppare infinite combinazioni.
Così Castro procede con ordine e esamina varie categorie di caratteri che evidenziano a turno queste aspetti. E tutto questo attraverso una serie di esercizi dove spiega passo passo, in modo dettagliato, le scelte che compie per raggiungere il risultato definitivo. Nel primo esercizio vi dico solo che ricalca e corregge almeno sei volte la parola “surfing”.

pagina interna ABC lettering

Nella terza parte, infine, si parla di composizione e di rifinitura ulteriore delle parole con texture, grazie particolari e metodi di composizione di più parole.

Insomma, un testo molto completo anche per chi ha già iniziato a cimentarsi con l’hand lettering e vuole approfondire o semplicemente per chi vuole iniziare da zero. Per chi inizia ci sarà solo da esercitarsi per fare l’occhio sulle distanze e sulla disposizione delle lettere che fanno la vera differenza fra una parola bella e una strana.

Il testo è per il momento solo in inglese ed ha un gusto un po’ vintage. Anche i caratteri e le scritte che vengono realizzate negli esercizi hanno un gusto retro anni ’50, ma sicuramente è un testo che non potrà mancare nella libreria di un amante dell’handlettering.

Luisa